Unione Osteopati Italiani
06.45213373

Comunicato Convegno UOI SINAPE FeLSA CISL

IL FUTURO DELL’OSTEOPATIA

E L’ATTUALE PERIODO STORICO ITALIANO ED EUROPEO

 

Dal Convegno Nazionale di ieri svolto a Milano nella sede della CISL -  FeLSA - SINAPE e con la partecipazione del Sindacato U.O.I. sulla Stato dell’arte delle discipline naturali, Naturopatia e D.B.N.- D.O.S., è emerso dal dibattito la consapevolezza dell’attuale periodo storico Nazionale ed Europeo che viviamo.

Il convegno ha portato alla luce con il confronto delle parti, e con massima chiarezza, che le discipline complementari dovranno essere un elemento di pari dignità ed autonomia nell’ambito delle professioni non ordinistiche, da integrate al sistema Nazionale

Il momento politico e di cambiamento è favorevole per dare alle professioni non ordinistiche di cui l’Osteopatia ne fa parte, il valore delle Certificazioni delle proprie Competenze Professionali, che assicura e garantisce che un professionista svolge con continuità e competenza la sua attività professionale nel rispetto delle Regole.

La “Certificazione della Competenza Professionale”, rende il professionista Qualificato e pertanto può liberamente lavorare in autonomia per il Benessere della Persona, questo è quanto emerso e applicabile anche al Professionista Osteopata.

Siamo Osteopati e non medici questo va detto chiaramente e non possiamo ricadere in un ruolo riduttivo come professione, in un area che non ci compete poiché l’Osteopatia non è una professione della riabilitazione, o della cura, ma tutt’altra cosa, abbiamo la nostra scienza e i nostri parametri di valutazione e il nostro approccio palpatorio per dare benessere.

L’Unione Osteopati Italiani, attraverso il proprio Presidente e la sua delegazione, nel convegno ha concertato un’ azione politica unita con il Sindacato verso il nuovo Governo, per procedere nel riconoscimento delle Competenze, ed eliminare chiaramente l’indicazione e quell’intento folle, di ricadere in un “area sanitaria non chiara e ibrida” che eliminerà l’Osteopatia e l’Osteopata sul territorio Italiano.

Tale azione parlamentare e governativa, è necessaria per la tutela di chi si sta formando in osteopatia, per il professionista e per il pregresso dei professionisti osteopati, tutelando, anche chi ha una visione diversa dalla nostra, poiché il nostro obiettivo è quello di affermare e essere, “ Professionisti Osteopati Autonomi “.

Uniti si vince

DIRETTIVO U.O.I.